REALTÀ AUMENTATA

Proposta

Mancano ancora 45 voti per passare al prossimo stato.

Vota

+5
Devi accedere per votare

Proposta da

Devid Stain Mercoledì, 17 Maggio 2017 - 21:52

L'idea

Applicazione per Android, Windows, Android in varie lingue per le principali incisioni rupestri in Vallecamonica, senza considerare limiti amministrativi e restrizioni di giurisdizione per rendere più visibili e fruibili le incisioni rupestri tramite la potenzialità della "Realtà Aumentata". Per realtà aumentata intendiamo la possibilità di ottenere tramite un dispositivo dotato di fotocamera, ad esempio smartphone o tablet, diverse informazioni aggiuntive rispetto a quello che il nostro occhio può osservare. Tramite la creazione di opportune applicazioni è possibile vedere un’animazione 3d, un video esplicativo, un percorso da seguire, tutto questo fatto semplicemente inquadrando un determinato marker. I markers sono disegni stilizzati in bianco e nero, stampati su carta, che una fotocamera riconosce e ai quali vengono immediatamente sovrapposti elementi multimediali sullo schermo del dispositivo. Tramite lo streaming di questi contenuti si può ottenere la fusione tra la dimensione virtuale e il contesto reale. La semplicità dei markers rende facile un loro impiego sulla quasi totalità dei prodotti espositivi, come totem, roll-up, desk e ogni superficie stampabile. Gli ultimi passi mossi nel settore della AR, Augmented Reality in inglese, hanno portato ad una fusione tra elementi reali e virtuali: utilizzando i sensori di movimento e posizione è possibile aggiungere informazioni direttamente in una visuale reale. La realtà aumentata ha portato una ventata di innovazione e tecnologia virtuale nel panorama dell’advertising e della comunicazione aziendale, ma anche in molti altri settori, come quello medico per avvicinare lo specialista al paziente, o quello culturale con impieghi educativi nei musei ad esempio. Una ulteriore innovazione in questo capo sta portando alla creazione di applicazioni che non necessitano neanche del marker per essere avviate: semplicemente inquadrando un’immagine, grazie al supporto della geolocalizzazione e del mapping, sarà possibile avviare la realtà aumentata. In questo caso gli impieghi diventano illimitati: da una locandina di un film o un spettacolo teatrale sarà possibile ottenere il trailer o gli orari degli spettacoli; inquadrando un monumento o un’opera d’arte sarà possibile sapere tutte le informazioni che si vogliano inserire. Si può infine notare come questa tecnologia non vada a sostituirne un’altra, ma anzi necessita di tutti gli elementi comunicativi già esistenti per amplificarne l’esperienza sensoriale, rendendo ogni prodotto, da un fondale grafico wall ad un banchetto, uno strumento comunicativo completo. Combinando le potenzialità del Web GL ed i linguaggi Open source, la sovrapposizione di informazioni aggiuntive alla rappresentazione e visualizzazione 3D del manufatto architettonico, del cantiere edile, del patrimonio storico artistico, consente una miglior interazione tra la percezione dello spazio e la fruizione interattiva dei contenuti virtuali allocati su database online, consultabili attraverso dispositivi mobile o fissi, di facile aggiornamento e sempre disponibili.

Investimento minimo

80000 €

Investimento massimo

120000 €

Tipo di investimento

di carattere pubblico

Tempo minimo

3 anni

Tempo massimo

7 anni

Sostenibilità

NON auto sostenibile

Fattibilità

un po' impegnativa

Ambiti

Cultura

Categoria

una semplice proposta

A chi è rivolto

non solo ai

Tipo di idea

un'idea innovativa per migliorare le cose

susciama